Ritorno dal Kenia

2 febbraio 2020 – Cristina, Titti, Andrea e Paolo sono tornati dal Kenia dopo aver programmato importanti interventi per le missioni che supportiamo

Sostegno alimentare alla Lorubal Primary School ad Arches Post –Isiolo’, Kenia.

Abbiamo accolto l’ appello del Preside della Lorubal Primary School, sig. Moses Kagema affinchè Maisha Marefo Onlus  supporti l’ alimentazione dei 550 bambini della scuola con un’ integrazione proteica necessaria per la loro crescita.

PROGETTO ‘ARCHERS POST-LINE WATER–Isiolo’ , Kenia.

Nella località di Archer’s Post  l’ estremo livello di povertà, di risorse economiche e di educazione, non ha confronto con nessuna delle altre missioni in Kenia .

Il Dispensario della missione di Archer’s Post , situato nella contea di Marsabit, a Nprd del Kenia, è un riferimento per la comunita’ e si occupa oltre che dell’ aspetto sanitario, anche dell’ aspetto sociale.

La mancanza d’ acqua, soprattutto dopo la rottura del mulino a vento che pompava l’ acqua dal fiume, rappresenta un grave impedimento alle normali attività del dispensario e della scuola. Dopo aver realizzato la non economicità della riparazione della pompa, considerando anche la cattiva qualità dell’ acqua salata che veniva pompata dal fiume, si è deciso di accogliere la richiesta di Sister Magdalene per il ripristino della conduttura che collega  la missione al pozzo d’ acqua governativo 

PROGETTO ‘ Letti per il dormitorio della  Lorubal Primary School ad Arches Post –Isiolo’, Kenia.

Abbiamo accolto l’ appello del Preside della Lorubal Primary School, sig. Moses Kagema perché Maisha Marefo Onlus  supporti  l’ acquisto di 50 letti ‘a castello’ (100 posti letti) completi di materasso, lenzuola e  zanzariere per il dormitorio costruito per la scuola, dal governo.

I letti servono per ospitare i ragazzi delle tribu’ Samburu, che vivono lontano e non possono affrontare quotidianamente il lungo percorso, a piedi, per andare a scuola. Questa scuola ha davvero l’ obiettivo di dare una chance in piu’ per l’ educazione di questi ragazzi e migliorare la loro futura vita.

Paolo Bigi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *