Forno per il pane all’ isola di Mafia: Andrea

Informazioni sul Progetto

Costruzione di un forno per il pane a Kilindoni, Mafia, Tanzania
La scuola di St. Joseph dell’ isola di Mafia è centro di riferimento per la popolazione locale, perché qui vengono ospitati bambini senza distinzione di religione creando aggregazione e benessere per tutta la comunità . In particolare si è voluto creare un centro per la produzione di pane destinato alla mensa dei bambini della scuola con la partecipazione degli abitanti. Terminata la costruzione del forno, un volontario di Maisha Marefu, Andrea, dedicherà il suo periodo di missione all’ insegnamento per la produzione di pane.

Finalità

sociale

Risultati Attesi

creare un’ opportunità lavorativa ed alimentare agli abitanti dell’ isola di Mafia



7 Risposte a “Forno per il pane all’ isola di Mafia: Andrea

  • Bianca Notarbartolo
    7 mesi fa

    fantastico, un vero e concreto esempio di capacity buildling – bravissimo andrea e tutti!

  • Francesca Fregoso
    7 mesi fa

    Il pane è uno di quei simboli che tutte le culture e religioni associano al nutrimento, alla condivisione , al banchetto e alla festa…da alimento indispensabile a cibo spirituale…
    Un grande progetto reso possibile da Maisha Marefu. Bravi!

  • Barbara
    7 mesi fa

    Ho avuto il piacere di conoscere meglio Andrea grazie a Maisha Marefu, è un ragazzo davvero in gamba e la bella riuscita di questo progetto ne è la dimostrazione. Sono sicura che le suore faranno buon uso degli insegnamenti acquisiti e che il pane darà gioia a tutti i ragazzi della comunità di Mafia!

  • francesca
    7 mesi fa

    ottimo progetto!!

  • cristina cappelletti
    7 mesi fa

    Andrea e il pane,Andrea e la sua allegria , andrea e 450 bambini che mangiano un panino per merenda
    una storia stupenda

  • Marta
    7 mesi fa

    …che dire…progetto STUPENDO!
    GRANDE ANDRE!!!!!

  • Giovanni Bigi
    7 mesi fa

    Fantastico! Trovo essenziale fornire alle comunità locali delle conoscenze che possano essere utili nel lungo periodo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *